I clienti italiani possono ordinare facilmente in Italia tramite MIELE-MANUKA.COM - Non è possibile ordinare tramite MNZ.

Carrello
Articolo aggiunto Articolo aggiornato Articolo rimosso Non ci sono più prodotti in magazzino È stato inserito un valore sbagliato.

Nessun prodotto nel carrello.

Casa " Cristallizzazione del miele

Cristallizzazione del miele

Il vero miele crudo cristallizza e questo è un bene!

La cristallizzazione del miele è poco conosciuta dal pubblico dei consumatori. Molti pensano che il miele cristallizzato sia adulterato o "rovinato". Non è così. Il vero miele crudo cristallizza. Il processo di cristallizzazione è naturale e spontaneo. Il miele puro, crudo e non riscaldato ha una tendenza naturale a cristallizzare nel tempo, senza alcun effetto sul miele se non il colore e la consistenza. Inoltre, la cristallizzazione di
Il miele in polvere conserva il sapore e le caratteristiche qualitative del miele. Molti utilizzatori di miele lo preferiscono in questo stato perché è più facile da spalmare sul pane o sulle fette biscottate. In effetti, alcune ricette a base di miele crudo possono essere più facili da realizzare con miele parzialmente o completamente cristallizzato e il gusto è più ricco. Alcuni mieli cristallizzano in modo uniforme; altri sono parzialmente cristallizzati e formano due strati, con lo strato cristallizzato sul fondo del barattolo e un liquido sopra. I mieli variano anche nelle dimensioni dei cristalli formati. Alcuni formano cristalli fini, altri grossi e granulosi. Quanto più rapida è la cristallizzazione del miele, tanto più fine sarà la consistenza. Inoltre, il miele cristallizzato tende ad assumere un colore più chiaro/più chiaro rispetto a quello liquido. Ciò è dovuto al fatto che lo zucchero di glucosio tende a separarsi in cristalli disidratanti e che i cristalli di glucosio sono naturalmente puri.
bianco. I mieli più scuri mantengono un aspetto brunastro.


La chimica dietro il miele
Il miele è una soluzione zuccherina altamente concentrata. Contiene più di 70% di zuccheri e meno di 20% di acqua. Ciò significa che l'acqua contenuta nel miele contiene più zucchero di quanto dovrebbe contenere naturalmente. La sovrabbondanza di zuccheri rende il miele instabile. È quindi naturale che il miele si cristallizzi, essendo una soluzione zuccherina sovrasatura. I due zuccheri principali del miele sono il fruttosio (zucchero della frutta) e il glucosio (zucchero dell'uva). Il contenuto di fruttosio e glucosio nel miele varia da un tipo di miele all'altro. In generale, il fruttosio varia da 30 a 44% e il glucosio da 25 a 40%. L'equilibrio di questi due zuccheri principali causa la cristallizzazione del miele e la percentuale relativa di ciascuno di essi determina la cristallizzazione rapida o lenta. A cristallizzare è il glucosio, a causa della sua minore solubilità. Il fruttosio è più solubile in acqua del glucosio e rimane fluido. Quando il glucosio cristallizza, si separa dall'acqua e assume la forma di piccoli cristalli. Man mano che la cristallizzazione procede e si cristallizza altro glucosio, questi cristalli si diffondono nel miele. La soluzione si trasforma in una forma satura stabile e alla fine il miele diventa denso o cristallizzato.

In conclusione?
La cristallizzazione del miele è un dono della natura.

MNZ produce esclusivamente miele di manuka crudo, non filtrato, non pastorizzato, monofloreale, in confezioni prive di BPA, ed è prodotto, lavorato e confezionato in Nuova Zelanda.

Visto Mastercard American Express Diners Club Scoprire
© Copyright Manuka New Zealand B.V. 2018 - 2024 - Tutti i diritti riservati.
crocemenuchevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram